La Chirurgia Laparotomica

Iniziata già in era preantibiotica, ha raggiunto il massimo sviluppo in seguito nel secolo scorso. E’ caratterizzata dalla manipolazione diretta degli organi da parte del chirurgo operatore e quindi dalla necessità dell’apertura della parete addominale (laparotomia) per raggiungere gli organi genitali . E’ quindi una chirurgia invasiva che richiede una maggiore durata del ricovero e della convalescenza, un uso maggiore di farmaci antidolorifici per ridurre il dolore postoperatorio.