Curriculum Vitae

Il dott. Carmelo Bucolo nasce in provincia di Messina, si laurea nel 1972 in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Bologna col massimo dei voti e con la lode. Sempre presso l’Unversità degli Studi di Bologna nel 1979 consegue il
Diploma di Specialista in Ostetricia e Ginecologia.

Consegue l’Abilitazione all’esercizio della Professione di medico chirurgo nel 1972 ed Inizia la sua attività professionale di ostetrico ginecologo nel 1973 in qualità di medico ospedaliero.
E’ iscritto all’Albo dei Medici Chirurghi di Bologna dal 1973 n. 6324.

Durante la sua vita professionale ha partecipato a numerosi corsi e master di Chirurgia Ginecologica in Italia e all’estero. Si segnalano:

  • Corso di Perfezionamento in Chirurgia Vaginale presso la Clinica Ostetrica e Ginecologica dell’Università degli Studi di Lubiana (1993)
  • Corso di Perfezionamento in Laser e Chirurgia Endoscopica – Anno accademico 1994 -1995 l’Università degli Studi di Bologna, Facoltà di Medicina e Chirurgia
  • Corso Specialistico in Chirurgia Endoscopica Ginecologica – Scuola Internazionale di Chirurgia Pelvica diretta dal prof. E. Cittadini – Palermo – 1995
  • Diploma Clinical Course for Surgical Pelviscopy – Clinica Ostetrica e Ginecologica diretta da prof. K. Semm – Dipartimento di Ostetricia e Ginecologia – Università di Kiel – Germania 1995
  • Corso di Perfezionamento in Chirurgia Ginecologica Oncologica presso l’ Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia 1 diretta dal prof. S. Pecorelli – Spedali Civili di Brescia (2000)

Il dr. Carmelo Bucolo durante la sua attività professionale ha maturato appropriata ed efficace esperienza in Chirurgia Ginecologica sia tradizionale (chirurgia laparotomica e chirurgia vaginale) sia endoscopica: chirurgia isteroscopica e laparoscopica.

Ha eseguito numerosi interventi ginecologici lavorando presso le seguenti strutture ospedaliere:

Dal 1973 al 1975 presso l’ Ospedale degli Infermi a Faenza, nella Divisione di Ostetricia e Ginecologia.

Dal 1975 al 1997 presso l’ Ospedale Maggiore a Bologna, nella Divisione di Ostetricia e Ginecologia. Qui ha iniziato – tra i primi nella Regione Emilia Romagna ed in Italia – l’attività chirurgica laparoscopica per interventi ginecologici .

Dal 1989 al 1997 ricopre il ruolo di Responsabile del Modulo di Diagnosi Prenatale presso la Divisione di Ostetricia e Ginecologia presso l’ Ospedale Maggiore a Bologna.

Dal 1997 fino a giugno del 2012 ha ricoperto il ruolo di Primario della Unità Operativa di Struttura Complessa di Ostetricia e Ginecologia – Presidio Ospedaliero di Faenza – AUSL di Ravenna.

Attività di Primario della Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia

  • Ha riorganizzato il Reparto in tutti i settori sia nelle attività ambulatoriali sia nelle attività di ricovero.
  • Le attività ambulatoriali comprendono: l’ambulatorio generale ostgin, l’ambulatorio ecografico, l’ambulatorio di colposcopia, l’ambulatorio delle valutazioni preintervento, l’ambulatorio prericovero, l’ambulatorio postchirurgico, l’ambulatorio congiunto oncologico-ginecologico, l’ambulatorio congiunto ginecologico-proctologico, l’ambulatorio per donne straniere (ARCA), l’ambulatorio della gravidanza a termine e l’ambulatorio della gravidanza patologica e a rischio, l’ambulatorio di cardiotocografia.
  • Inoltre ha riorganizzata l’attività di Pronto Soccorso sia ad accesso diretto che come consulenza al Pronto Soccorso Generale che agli altri Reparti.
  • Durante la sua direzione, l’attività chirurgica ha raggiunto lo sviluppo più importante raggiungendo livelli di eccellenza in campo endoscopico. Infatti la maggior parte degli interventi chirurgici ginecologici venivano eseguiti per via laparoscopica ed anche la patologia uterina endocavitaria veniva trattata per via endoscopica mediante l’isteroscopica operativa.
  • Naturalmente ha continuato a maturare esperienza anche nella chirurgia tradizionale laparotomica e vaginale. Nella prima ha raggiunto l’esperienza del trattamento chirurgico dei tumori ginecologici e nella seconda l’esperienza del trattamento chirurgico della incontinenza urinaria e dei prolassi utero vaginali.
 

Comments are closed.